Shopping Cart
Your Cart is Empty
Quantity:
Subtotal
Taxes
Shipping
Total
There was an error with PayPalClick here to try again
CelebrateThank you for your business!You should be receiving an order confirmation from Paypal shortly.Exit Shopping Cart

BJ  studio legale tributario

Il mio Blog

È stata sbandierata la possibilità di ristrutturare casa senza spendere un euro.


È però doveroso precisare che se i lavori sono stati eseguiti a norma di legge il proprietario potrà effettivamente godere della detrazione fiscale pari al 110% della spesa, ma è altrettanto vero che durante l'esecuzione del cantiere qualcuno dovrà anticipare prima di tutto le spese di progettazione e poi l’acquisto del materiale e altro.


Quindi occorrerà anticipare soldi veri per avere un credito d'imposta quando questo sarà vistato per conformità e convalidato dall'Agenzia delle Entrate.


Il committente privato che ha disponibilità liquide potrà anticipare di tasca propria ma la maggior parte degli interessati dovranno rivolgersi agli istituti bancari o alle imprese realizzatrici.

Queste ultime è vero che possono acquisire il credito, anche attraverso lo sconto in fattura, ma dovranno comunque ricorrere a finanziamenti perché passeranno alcuni mesi tra progetto, realizzazione e l'ottenimento del credito d'imposta.


Il ruolo degli istituti di credito è quindi fondamentale sia che sia il cittadino privato o che sia l'impresa a chiedere i fondi necessari.

La banca istruirà una pratica di finanziamento con annessi interessi, commissioni e garanzie.

Poi monetizzerà il finanziamento nel momento in cui acquisirà il credito del Superbonus.

Cioè le banche acquisteranno a 100, forse meno, un credito d'imposta di euro 110.

Anche Poste Italiane si è interessata a queste operazioni che evidentemente sono lucrose per chi le finanzia.


Se è abbastanza facile cedere il credito è invece piuttosto difficile conseguirlo, soprattutto per quanto concerne il SUPERBONUS.

Per poter finanziare i lavori tutti gli operatori finanziari si cautelano chiedendo firme a garanzia, anche ipotecarie sia al singolo privato che alle imprese appaltatrici.

Se poi qualcosa va storto oppure alcuni lavori preventivati vanno a sforare i plafond previsti dalla normativa ecco che si dovrà sborsare di tasca propria.


Anche le procedure messe a disposizione soprattutto su portali dalle banche maggiori per la richiesta/gestione degli adempimenti dei finanziamenti sono particolarmente complesse.


Una maggiore flessibilità è garantita invece dalle banche locali dove il direttore che conosce il cliente può gestire e approvare spese personalmente almeno fino a un certo limite senza che si debba affrontare un vero e proprio percorso di guerra fatto di alert informatici e dati complessi da inserire che rendono particolarmente difficile il dialogo con le piattaforme messe a disposizione delle grandi banche per ottenere l'ok a un'anticipazione sui lavori o sui S.A.L. (Stato Avanzamento Lavori).


Molti confidano in una proroga ma anche in una semplificazione degli adempimenti.


Purtroppo il tempo scorre velocemente .... e i lavori languono.


Ci sarà tempo fino a fine 2023 per concludere i lavori e ottenere il beneficio fiscale ?


Daniele De Gasperis e Carlo Barbiera Commercialista

Per saperne di più scrivere a [email protected] o telefonare allo 0039 0432 501768




Il mio Blog

i ricordi e il bollo auto

Posted on 22 November, 2017 at 0:00

Ogni tanto mi piace ricordare alcuni articoli scritti su questo Blog, non per vanto personale, ma perché scritti per mettere in guardia il contribuente dai tranelli della macchina Fiscale Italiana.

Per esempio Vi siete scordati di pagare il bollo dell’auto? 

Niente paura il Fisco accederà al Vostro C/C bancario e se lo pagherà da solo con tanto di maggiorazione per sanzioni, interessi e perché no, anche il disturbo di aver dovuto mettere le mani nel Vostro C/C bancario.

L’avevo anticipato nell’articolo del 10 agosto u.s. intitolato I RISCHI E LA ROTTAMAZIONE scrivevo così:

per il contribuente le cose peggiorano:  Equitalia poteva solo ricevere informazioni sul numero di conti correnti intestati al contribuente, ma ora dal 1 luglio la nuova Equitalia; che si chiama Agenzia delle Entrate-Riscossione; potrà vedere anche le somme contenute nei conti correnti dei contribuenti…..potrà mettere le mani direttamente nei conti correnti dei contribuenti e delle imprese e prelevare le somme necessarie a coprire le cartelle esattoriali ancora non pagate.  Sperando che non vengano prelevate somme per coprire anche le “cartelle pazze” o simili, perché.... il Fisco per prelevare non ha bisogno dell’autorizzazione di un Giudice, ma il Contribuente per farsi restituire il maltolto, avrà bisogno del Giudice, del Commercialista e dell’Avvocato.

Ma il 14 marzo 2016 nell’articolo Le Banche sono diventate informatori del Fisco. Scrivevo: 

Dopo il 31 marzo il Grande Fratello Fiscale vedrà tutti i nostri conti correnti bancari e postali i cui dati verranno inviati dalle Banche e dalle Poste all’Agenzia delle Entrate, tramite l’interscambio dei dati denominato SID. L’Agenzia delle Entrate riceve le comunicazioni da tutti gli istituti di credito, Banche, Poste italiane, su conti deposito a risparmio, titoli e obbligazioni, gestioni patrimoniali, cassette di sicurezza; certificati di deposito, buoni fruttiferi, carte di credito, fondi pensione ecc.; saranno così controllati i saldi iniziali e finali, i pagamenti effettuati con bancomat, carte di credito, postepay, prepagate ecc. Giorni fa la Orlandi ha parlato del “lato oscuro” del Fisco, io direi che siamo di fronte (come dicono gli Astrofisici) ad un “Buco Nero Super Massiccio” dei nostri soldi.

Vi ricordate la  "soppressione" di Equitalia che ha solo cambiato nome in Agenzia delle Entrate Riscossione ? 

Un riscossore che adesso ha anche accesso al Vostro C/C e vedere anche le somme contenute e potrà pignorare direttamente le somme per pagarsi i bolli auto e altro.

Si badi bene per fare ciò l’Agenzia delle Entrate Riscossione non avrà bisogno del via libera Giudiziario e Il contribuente che non si oppone subirà il prelievo anche se il bollo è prescritto.

Infatti il bollo auto si prescrive in 3 anni  che decorrono dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello del pagamento.

Il Bollo auto decade entro 2 anni da quando la Regione ha iscritto a ruolo il tributo non versato dal contribuente (questa data è sempre riportata nel dettaglio della cartella esattoriale). 

Dopo i 2 anni la cartella è illegittima. 

L’effetto è identico a quello della prescrizione: il contribuente non deve pagare. Attenzione il contribuente deve fare ricorso al Giudice per ottenere l’annullamento della richiesta di pagamento. Se non lo fa, la cartella si “consolida”, diventa cioè definitiva.

Questo «potere oscuro» che la legge da all’Agente della Riscossione viene notificato al contribuente debitore e alla banca, con un atto con il quale intima alla banca di trattenere le somme da versare direttamente sul conto dell’Agenzia delle Entrate riscossione ammenoché il contribuente non paghi entro 60 giorni o si opponga con un’azione Giudiziaria e faccia valere la prescrizione.

Ovviamente è importante che il contribuente sappia se il bollo è prescritto o decaduto, perché l’Agenzia delle Entrate Riscossione cercherà di incassarlo anche se è prescritto o decaduto.

Quello che è grave in tutta la vicenda è che l’Agente della riscossione, che agisce in nome della Pubblica Amministrazione, dovrebbe essere il primo a garantire la legalità dei propri procedimenti in quanto rappresenta lo Stato. Infatti il legislatore “è convinto  che l’Agenzia delle Entrate Riscossione non abbia bisogno del controllo del Tribunale, perché non può agire che correttamente e legalmente”oppure ha ragione chi dice che l’Agenzia delle Entrate Riscossione continua a sostenere tesi di parte a tutela dei propri interessi e non della legalità?….potrei sbagliarmi ma mi sembra di averlo letto in una sentenza delle Sezioni Unite della Cassazione. 

D’altra parte nel mio articolo del 12 maggio 2016 L'Oscurantismo Fiscale scrivevo:

Se io dicessi che gli espor­tatori illegali di capitale sono benefattori della Patria, perché i capitali scappano quando i governi dissennati e spendaccio­ni li dilapidano, e allora portandoli altro­ve li salvano dallo scempio e li preservano per una futura utilizzazione, quando sarà tornato il buon senso, sarei additato al pubblico ludibrio, qualche solerte PM mi indagherebbe e se io dicessi alla Orlandi di non gio­care d’astuzia contro i contribuenti, non pigliarli di sorpresa, come troppo spesso si è fatto sin qui… Le leggi d’imposta deb­bono essere, sostanzialmente e non solo formalmente, diritte e oneste. Solo a que­sta condizione possono riscuotere l’ubbi­dienza volonterosa dei cittadini…

la Orlandi mi scatenerebbe contro il lato oscuro del Fisco, 

ma...

per fortuna queste frasi non sono mie, ma di Luigi Enaudi. 

 

Per ulteriori informazioni telefoni allo 0432501768 o

via email.  [email protected] o [email protected],

Categories: None

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

61 Comments

Reply tadalafil tablets
0:50 on 3 June, 2021 
tadalafil 60 mg for sale https://nextadalafil.com/ tadalafil dosage generic tadalafil
Reply tadalafil 40
3:44 on 3 June, 2021 
generic tadalafil united states https://pulmoprestadalafil.com/ what is tadalafil tadalafil max dose
Reply tadalafil 30 mg
5:14 on 3 June, 2021 
tadalafil max dose https://extratadalafill.com/ generic tadalafil 40 mg tadalafil max dose
Reply order tadalafil
9:31 on 3 June, 2021 
generic tadalafil https://tadalafilgenc.com/ tadalafil generic generic tadalafil
Reply tadalafil
9:31 on 3 June, 2021 
tadalafil daily use https://superactivetadalafil.com/ tadalafil tadalafil daily use
Reply buy tadalafil us
3:49 on 6 June, 2021 
tadalafil gel https://tadalafilgenc.com/ tadalis sx order tadalafil
Reply tadalafil 40 mg daily
11:06 on 7 June, 2021 
tadalafil gel https://pulmoprestadalafil.com/ generic tadalafil united states what is tadalafil
Reply Stromectol
10:23 on 28 August, 2021 
Is Amoxicillin Safe For Pregnant Women
Reply Voitaveta
19:01 on 28 August, 2021 
http://buytadalafshop.com/ - cheapest cialis 20mg
Reply assoperma
16:27 on 29 August, 2021 
buy cialis online with prescription
Reply spocafe
0:05 on 31 August, 2021 
Reply edurvique
1:54 on 5 September, 2021 
Reply Kavioup
5:12 on 5 September, 2021 
Stromectol
Reply Cialis
11:55 on 5 September, 2021 
Venta Cialis Por Internet
Reply Tronnanak
16:13 on 5 September, 2021 
Reply greerma
15:44 on 6 September, 2021 
Propecia
Reply spocafe
20:03 on 6 September, 2021 
Reply cost finasteride
17:53 on 7 September, 2021 
Levitra Scaduto Fa Male
Reply Cialis
18:32 on 7 September, 2021 
Pet Meds Amoxicillin
Reply Voitaveta
7:19 on 8 September, 2021 
0