Shopping Cart
Your Cart is Empty
Quantity:
Subtotal
Taxes
Shipping
Total
There was an error with PayPalClick here to try again
CelebrateThank you for your business!You should be receiving an order confirmation from Paypal shortly.Exit Shopping Cart

BJ  studio legale tributario

Il mio Blog

È stata sbandierata la possibilità di ristrutturare casa senza spendere un euro.


È però doveroso precisare che se i lavori sono stati eseguiti a norma di legge il proprietario potrà effettivamente godere della detrazione fiscale pari al 110% della spesa, ma è altrettanto vero che durante l'esecuzione del cantiere qualcuno dovrà anticipare prima di tutto le spese di progettazione e poi l’acquisto del materiale e altro.


Quindi occorrerà anticipare soldi veri per avere un credito d'imposta quando questo sarà vistato per conformità e convalidato dall'Agenzia delle Entrate.


Il committente privato che ha disponibilità liquide potrà anticipare di tasca propria ma la maggior parte degli interessati dovranno rivolgersi agli istituti bancari o alle imprese realizzatrici.

Queste ultime è vero che possono acquisire il credito, anche attraverso lo sconto in fattura, ma dovranno comunque ricorrere a finanziamenti perché passeranno alcuni mesi tra progetto, realizzazione e l'ottenimento del credito d'imposta.


Il ruolo degli istituti di credito è quindi fondamentale sia che sia il cittadino privato o che sia l'impresa a chiedere i fondi necessari.

La banca istruirà una pratica di finanziamento con annessi interessi, commissioni e garanzie.

Poi monetizzerà il finanziamento nel momento in cui acquisirà il credito del Superbonus.

Cioè le banche acquisteranno a 100, forse meno, un credito d'imposta di euro 110.

Anche Poste Italiane si è interessata a queste operazioni che evidentemente sono lucrose per chi le finanzia.


Se è abbastanza facile cedere il credito è invece piuttosto difficile conseguirlo, soprattutto per quanto concerne il SUPERBONUS.

Per poter finanziare i lavori tutti gli operatori finanziari si cautelano chiedendo firme a garanzia, anche ipotecarie sia al singolo privato che alle imprese appaltatrici.

Se poi qualcosa va storto oppure alcuni lavori preventivati vanno a sforare i plafond previsti dalla normativa ecco che si dovrà sborsare di tasca propria.


Anche le procedure messe a disposizione soprattutto su portali dalle banche maggiori per la richiesta/gestione degli adempimenti dei finanziamenti sono particolarmente complesse.


Una maggiore flessibilità è garantita invece dalle banche locali dove il direttore che conosce il cliente può gestire e approvare spese personalmente almeno fino a un certo limite senza che si debba affrontare un vero e proprio percorso di guerra fatto di alert informatici e dati complessi da inserire che rendono particolarmente difficile il dialogo con le piattaforme messe a disposizione delle grandi banche per ottenere l'ok a un'anticipazione sui lavori o sui S.A.L. (Stato Avanzamento Lavori).


Molti confidano in una proroga ma anche in una semplificazione degli adempimenti.


Purtroppo il tempo scorre velocemente .... e i lavori languono.


Ci sarà tempo fino a fine 2023 per concludere i lavori e ottenere il beneficio fiscale ?


Daniele De Gasperis e Carlo Barbiera Commercialista

Per saperne di più scrivere a [email protected] o telefonare allo 0039 0432 501768




Il mio Blog

Lo spionaggio fiscale

Posted on 1 December, 2016 at 6:50

Vi ricordate che cinquant’anni fa si biasimava la mancanza di libertà nei paesi del blocco comunista?

Si raccontava come i cittadini erano controllati e spiati dalla potente macchina dello Stato?

Ora abbiamo delle certezze.

Da anni accade anche in Italia e sta peggiorando 50 anni dopo in Cina.

In Italia con la Circolare 1/2008 sugli indirizzi operative della Guardia Di Finanza, l’intercettazione sia telefonica, sia telematica che informatica degli appartenenti alla Guardia di Finanza è stata regolamentata. 

D’altra parte abbiamo già avvisato, in un nostro precedente articolo, che la Guardia di Finanza è autorizzata a leggere le vostre e-mail anche senza mandato dell’autorità Giudiziaria.

La circolare precisa che ai sensi dell’art. 270 primo comma del CCP le intercettazioni fiscali devono essere utilizzate solo in quel procedimento fiscale per le quali sono nate e il Garante per la Privacy non ha precluso l’uso delle intecettazzioni in procedimenti diversi da quello penale, come appunto è quello fiscale. 

Va anche detto che la strada penale tributaria è ampia e aperta ad ogni sorta di presunzione fiscale.

Cioè la Guardia di Finanza amplifica il valore da dare alle presunzioni fiscali andando oltre a quelle gravi precise e concordanti citate dalla Legge per arrivare anche a quelle semplici o semplicissime.

In pratica anche le incongruenze o i maggiori ricavi derivanti dagli studi di settore o altri elementi indiziari devono essere segnalati; infatti la circolare precisa letteralmente “dovranno in ogni caso corrispondere agli obblighi di informazione all’autorità Giudiziaria”.

Chi ha subito una verifica della Guardia di Finanza sa bene come funziona.

Riescono sempre a trovare qualcosa anche quando “non trovano nulla”.   

In Cina il Comitato centrale del Partito comunista cinese ha deciso di mettere sotto controllo tutti con un data base che registra tutte le azioni delle persone per dare o togliere punti, come la nostra patente; quindi punire chi non ha pagato il biglietto del treno, chi ha insultato qualcuno, chi è passato col rosso, chi non paga il mutuo, chi ha la fedina penale sporca, che ha cattive abitudini nello shopping, chi non fa volontariato, chi racconta bufale su internet ecc.. 

Questo è il nuovo «sistema di informazione sulla reputazione personale», che il governo Cinese sta già sperimentando in 40 città e che dovrebbe entrare in vigore in tutta la Cina nel 2020.

Un unico enorme database che raccoglie le informazioni su come si comportano tutti gli abitanti della Cina ai quali verrà assegnato un punteggio, sulla base dei quali saranno poi sanzionati.

Per il momento non sono previsti premi.

D’altra parte da sempre chi detiene il potere emana Leggi e codici penali che prevedono solo sanzioni e condanne.

Ma questo accadrà solo in Cina? 

In Italia da anni si stanno copiando i sistemi di controllo del vecchio blocco comunista senza trascurare i metodi del Grande Fratello Americano. 

Immagino che in Italia presto verrà copiato anche il Sistema Cinese, quindi è meglio sapere cosa ci aspetta.

«Abbiamo completato la copertura della capitale con un sistema di videosorveglianza. Ora ci sono telecamere a ogni angolo di strada» aveva dichiarato la Pubblica Sicurezza di Pechino.

La notizia era: «il 100% della capitale è osservato» 24 ore su 24, 365 giorni l'anno da oltre 430 mila telecamere e i cartelli diffusi in tutte le stazioni avvisano che non pagare il biglietto porterà a conseguenze ben più gravi della multa.

Poi è stato creato un cervellone con un data base per contenere tutte le Black List sulle persone “inaffidabili” o “impresentabili” (parola ultimamente di moda nel PD Italiano) e contiene più di seicento milioni di informazioni sui cittadini che verranno implementate dai dati che i numerosi governi locali o dipartimenti governativi invieranno periodicamente.

Un po’  come fanno le nostre Banche che ci spiano il conto corrente e poi mandano periodicamente i nostril dati agli Uffici Fiscali. 

Però i solfi non si possono tenere sotto il materasso o in…soffitta, se no è reato!

Vanno consegnati in banca, sperando che non “spariscano” come purtroppo ci hanno insegnato le cronache recenti.

La parte peggiore però verrà da internet e Alibaba si è già offerto dichiarando: «Speriamo che il governo usi internet come strumento per identificare i criminali». 

Cioè aiuterà il regime ad ottenere i dati sulla vita digitale delle persone.

Cioè un grande Cookie memorizzato nel data base del cervellone per sapere tutto di tutti.

In confronto i nostri verificatori della Guardia di Finanza e della Agenzia delle Entrate sono dei principianti,                     ma …imparano presto !

Per ogni chiarimento o valutazione potete contattarci al numero telefonico 0432 501768 o inviare una email a [email protected]

Categories: None

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

10 Comments

Reply generic tadalafil united states
9:25 on 2 June, 2021 
tadalafil 40 mg daily https://nextadalafil.com/ tadalafil online tadalafil
Reply 40 mg tadalafil
11:50 on 2 June, 2021 
tadalafil max dose https://pulmoprestadalafil.com/ tadalafil online generic tadalafil
Reply tadalafil dosage
13:06 on 2 June, 2021 
tadalafil tablets https://extratadalafill.com/ tadalafil 60 mg for sale tadalafil online
Reply what is tadalafil
17:27 on 2 June, 2021 
tadalafil generic https://superactivetadalafil.com/ tadalafil max dose what is tadalafil
Reply tadalafil dosage
17:33 on 2 June, 2021 
buy tadalafil us https://tadalafilgenc.com/ tadalafil max dose tadalafil 30 mg
Reply tadalafil gel
12:33 on 5 June, 2021 
40 mg tadalafil https://tadalafilgenc.com/ tadalafil gel tadalafil 40 mg from india
Reply tadalafil dosage
19:30 on 6 June, 2021 
tadalafil dosage https://pulmoprestadalafil.com/ tadalafil online generic tadalafil
Reply tadalafil online
1:40 on 7 June, 2021 
order tadalafil https://extratadalafill.com/ tadalafil max dose tadalafil pills 20mg
Reply tadalafil max dose
5:06 on 7 June, 2021 
tadalafil 40 https://superactivetadalafil.com/ buy tadalafil tadalafil 40
Reply buy tadalafil
11:47 on 7 June, 2021 
tadalafil 30 mg https://nextadalafil.com/ what is tadalafil tadalafil 40 mg from india
0