BT studio legale tributario  - Efficienza e professionalità
RSS Segui Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

Modulo rimborso Banche venete
I RISCHI E LA ROTTAMAZIONE
Nuovi voucher 2017
Approvata la Legge sulla tortura
Decreto Legge obbligo vaccinazioni

Categorie

attualità
Contributi e agevolazioni
finanziamenti e agevolazioni
Legale tributaria
novità
Novità fiscali
Novità per la consulenza del lavoro
Pillole di informazione
scadenze
powered by

Il mio blog

COMPENSAZIONE cambiate le regole dal 24 Aprile

il DL 50/2017 ha cambiato le regole delle compensazioni.
Infatti l’articolo 3 del DL 50/2017  “disposizioni in materia di contrasto alle indebite compensazioni” è relativo alle compensazioni IVA e imposte modello F24.
Le modifiche impongono l’obbligo di avvalersi degli intermediari per la compensazione delle imposte nei modelli F24 anche se il saldo è diverso da zero.
In pratica le aziende che per esempio hanno dipendenti che percepiscono il bonus Renzi di 80 euro dovranno avvalersi di un intermediario abilitato.
Ma è anche cambiato il limite annuale per la compensazione IVA da 15.000 si passa a 5.000 euro per la compensazione senza visto di conformità rilasciato da un intermediario abilitato.
Infatti il DL dice:“……….per importi superiori a 5.000 euro annui hanno l’obbligo di richiedere l’apposizione del visto di conformità di cui all’articolo 35, comma 1, lettera a), del citato decreto legislativo n. 241 del 1997, relativamente alle singole dichiarazioni dalle quali emerge il credito. In alternativa la dichiarazione è sottoscritta, oltre che dai soggetti di cui all’articolo 1, comma 4, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n. 322, dai soggetti di cui all’articolo 1, comma 5, del medesimo regolamento, relativamente ai contribuenti per i quali è esercitato il controllo contabile di cui all’articolo 2409-bis del codice civile, attestante l’esecuzione dei controlli di cui all’articolo 2, comma 2, del regolamento di cui al decreto del Ministro delle finanze 31 maggio 1999, n. 164. L’infedele attestazione dell’esecuzione dei controlli di cui al precedente periodo comporta l’applicazione della sanzione di cui all’ articolo 39, comma 1, lettera a), primo periodo, del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241. In caso di ripetute violazioni, ovvero di violazioni particolarmente gravi, è effettuata apposita segnalazione agli organi competenti per l’adozione di ulteriori provvedimenti
Il DL introduce anche l’obbligo di inviare telematicamente tramite Entratel/Fisconline i modelli F24 contenti compensazioni con le imposte sui redditi e relative addizionali, ritenute alla fonte, imposte sostitutive alle imposte sul reddito, Irap e crediti d’imposta da indicare nel quadro RU. 
Quindi a partire dal 24 aprile 2017 tutte le compensazioni di qualsiasi imposta e di qualsiasi importo eseguite da soggetti titolari di partita IVA devono transitare da Entratel o Fiscoonline mentre fino al 23 aprile l’obbligo c’era solo per compensazioni IVA superiori a 5.000 euro.
Un ‘altra novità è che non si potranno più compensare con modello F24 le imposte richieste dall’Agenzia delle Entrate  a seguito di recupero crediti indebitamente utilizzati, questi dovranno essere versati con addebito sul C/C bancario.

Per ulteriori informazioni telefoni allo 0432501768 o
via email.  studio@btstudio.eu,



0 commenti a COMPENSAZIONE cambiate le regole dal 24 Aprile :

Commenti RSS

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint