BT studio legale tributario  - Efficienza e professionalità
RSS Segui Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

Modulo rimborso Banche venete
I RISCHI E LA ROTTAMAZIONE
Nuovi voucher 2017
Approvata la Legge sulla tortura
Decreto Legge obbligo vaccinazioni

Categorie

attualità
Contributi e agevolazioni
finanziamenti e agevolazioni
Legale tributaria
novità
Novità fiscali
Novità per la consulenza del lavoro
Pillole di informazione
scadenze
powered by

Il mio blog

Esenzione dal canone RAI entro il 16 maggio

Il canone Rai si pagherà con la bolletta elettrica.
Fino al 16 maggio si può chiedere di essere esentati dal canone.
C’è un apposite modulo (vedi articolo del 4 maggio su questo blog) da inviare in via telematica o a mezzo raccomandata.
Ci sono diversi casi che richiedono la compilazione di questo modulo.
Per esempio una famiglia dove il marito ha la residenza in una casa e la moglie in un'altra e ciascuno ha la sua  bolletta elettrica. 
Oppure se l’immobile è affittato, ma la bolletta elettrica è intestata al proprietario che paga già il canone in un’altra abitazione, cioè dove risiede.
Il modulo è composto dal frontespizio con i dati generali e 2 quadri: il Quadro A è la dichiarazione per la non detenzione, il Quadro B serve a dichiarare l’esistenza di un’altra utenza elettrica dove viene già addebitato il canone.
Se il modulo verrà inviato oltre il 16 maggio ma entro il 30 giugno, l'esenzione scatterà solo per il secondo trimestre 2016. 
In questo caso si pagherà la prima rata di circa 60 euro a luglio.
Con un un reddito di euro 6.713,98 o inferiori si può ottenere l'esenzione se si sono compiuti i 75 anni di età.
La richiesta di esenzione va presentata all'Agenzia delle Entrate allegando fotocopia di un documento di identità con raccomandata in plico aperto cioè senza busta a:    
Agenzia delle Entrate - Ufficio Torino 1 Sat - Sportello abbonamenti tv - Casella Postale 22 - 10121 – Torino.
I pensionati con un reddito fino a 18.000 euro, se pagavano con addebito sul cedolino pensione, dovrebbero aver già inviato la richiesta entro il 15 novembre 2015, diversamente si ritroveranno un doppio pagamento e cioè sia sulla bolletta elettrica che sul cedolino della pensione.
Chi non possiede un televisore deve inviare l’autocertificazione compilando il quadro A.
Per le disdette ricordo che a partire da quest’anno non sarà più possibile il blocco tramite sigilli dell'apparecchio, ma nell'abitazione non vi dovranno essere apparecchi televisivi.
Nel caso di falsa dichiarazione si è soggetti alla pena per falso in atto privato.
In caso di decesso gli eredi non conviventi potranno presentare la dichiarazione sostitutiva compilando il quadro B. Se nella casa del defunto resta  un altro convivente residente, la voltura verrà fatta d'ufficio con l'addebito di 25 euro.
Ricordo che la Legge di stabilità 2016 ha introdotto la pena da 8 mesi a 4 anni per le dichiarazioni mendaci.

Per ulteriori informazioni al riguardo ci contatti allo 0432501768 o via email:studio@btstudio.eu


1 commento a Esenzione dal canone RAI entro il 16 maggio:

Commenti RSS
Repliche Orologi Rolex on lunedì 11 luglio 2016 08:57
Chi non possiede un televisore deve inviare l’autocertificazione compilando il quadro A.
Rispondi a un commento

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint