BT studio legale tributario  - Efficienza e professionalità
RSS Segui Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

Decreto Legge obbligo vaccinazioni
COMPENSAZIONE cambiate le regole dal 24 Aprile
riattivato servizio Isee dal 15 maggio
bando affitti 2017 Regione FvG
Da quest'anno Dichiarazioni IVA ogni trimestre

Categorie

attualità
Contributi e agevolazioni
finanziamenti e agevolazioni
Legale tributaria
novità
Novità fiscali
Novità per la consulenza del lavoro
Pillole di informazione
scadenze
powered by

Il mio blog

Paga e Tasi … volevo dire Tari e Tasi

Il 24 gennaio scade il pagamento a mezzo F24 della Tares  che va direttamente nelle casse dello Stato, 30 centesimi al metro quadrato introdotto dal Salva Italia.
Il prossimo anno questa parte di tassa verrà assorbita dalla Iuc che raggrupperà.... Tari e Tasi,  oltre all'Imu.
Come si calcola la Tares in scadenza nei prossimi giorni ?
I Comuni avrebbe dovuto inviare per posta  i modelli di pagamento precompilati  se non è arrivato nulla,  è meglio  organizzarsi con un fai date.
Infatti non verranno sanzionati i contribuenti che risiedono in quei Comuni che non hanno provveduto a inviare  ai cittadini i modelli di pagamento precompilati,   gli altri saranno sanzionati. 
Ma come fa il contribuente a dimostrare che una lettera non è arrivata ?
Chi non vuole rischiare o essere costretto a  dimostrare di non aver ricevuto (prova diabolica) l’F24 dal Comune,  può procedere da solo al calcolo,  basta verificare su quanti metri quadri abitualmente si è pagato.
Si moltiplicano i metri quadri degli immobili assoggettati alla tassa (casa, garage..) per 0, 30 Euro (30 centesimi) e si ottiene l’importo dovuto.
Esempio di calcolo: 100 mq (casa+garage) x 0.30 € = 30 €
Si inserire il codice tributo 3955  sull’F24  ordinario o semplificato (sezione “EL”, rateazione “0101″, anno di riferimento “2013″.
Nei modelli precompilati è barrata la casella “saldo”  però gli F24 online non accettano questa scelta, per cui o si stampa e si va in posta-banca o non si barra e  si fa il versamento on-line tramite servizio Home Banking via Internet.
Il pagamento può anche essere effettuato in contanti, presso la banca con assegni, addebito in conto corrente ecc. presso gli sportelli bancari dotati di terminali elettronici idonei, tramite bancomat oppure  presso gli ufficio postali con assegni postali,  Postamat,  Postpay,  bancomat ecc..

Cosa è la IUC  (Imposta Unica Comunale)   ? 
Una tassa unica che raggruppa:
IMU  (Imposta Municipale Propria) è dovuta per i fabbricati,  terreni e aree fabbricabili.  Non si applica sulla prima casa (ad eccezione di quelle ricadenti in categoria A1, A8 e A9) e alle relative pertinenze.  È  dovuta dal proprietario o dal titolare dei diritti reali di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie.
La base imponibile è il valore catastale (come definito dal Decreto Salva-Italia).  L’aliquota Imu base è  0,76%,  può essere variata dai Comuni dallo 0,46% all’1,06%.
TARI (tassa per i rifiuti)  copre  i costi del servizio di raccolta e smaltimento  rifiuti ed è  a carico dell'utilizzatore (infatti in caso di immobili locati è a carico dell’inquilino).
La  Tassa  è determinata in base ai  D.P.R. n. 158/99 (copertura dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani). In alternativa i Comuni possono commisurare la tariffa alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, anche in relazione agli usi e alla tipologia delle attività svolte tenendo conto del costo del servizio sui rifiuti. 
Le tariffe per ogni categoria o sottocategoria  sono determinate dal Comune utilizzando  coefficienti di produttività quantitativa e qualitativa di rifiuti. Insomma la Tari è una imposta sull’inquinamento ambientale:  "chi inquina paga".
TASI (tassa per i servizi indivisibili) è la tassa per i servizi indivisibili comunali, dovuta da chi possiede, a qualsiasi titolo, fabbricati, aree scoperte o aree fabbricabili.
La base imponibile è la stessa dell’Imu. L’aliquota base è pari a 0,1%. 
I Comuni possono annullarla o aumentarla massimo 0,25% 
(la somma di Tasi e Imu non può superare  1,06%). 
L’inquilino versa una quota della Tasi,  stabilita dal Comune, tra il 10% e il 30% dell’imposta.


Per ulteriori informazioni ci può contattare ai riferimenti tel. 0432/501768,  0434/1774843, via Email: studio@btstudio.eu  e/o fax  0432/25126


0 commenti a Paga e Tasi … volevo dire Tari e Tasi:

Commenti RSS

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint