BT studio legale tributario  - Efficienza e professionalità
RSS Segui Diventa fan

Servizio fornito da FeedBurner


Articoli recenti

Decreto Legge obbligo vaccinazioni
COMPENSAZIONE cambiate le regole dal 24 Aprile
riattivato servizio Isee dal 15 maggio
bando affitti 2017 Regione FvG
Da quest'anno Dichiarazioni IVA ogni trimestre

Categorie

attualità
Contributi e agevolazioni
finanziamenti e agevolazioni
Legale tributaria
novità
Novità fiscali
Novità per la consulenza del lavoro
Pillole di informazione
scadenze
powered by

Il mio blog

Utilizzo pos per artigiani e professionisti dal 1 gennaio

Dal 1 gennaio 2014  scatta l’obbligo, per tutti coloro che svolgono attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, di dotarsi di strumenti per consentire il pagamento tramite carte di debito.
La norma che lo prevede era contenuta nel Decreto Crescita 2 (art. 15 comma 4 DL 179/2012).
La norma è estesa a tutti i soggetti che vendono prodotti, erogano servizi e prestazioni professionali, ma prevede la delega a eventuali decreti del Ministro dello sviluppo economico di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, sentita la Banca d’Italia per la definizione di eventuali importi minimi e le eventuali modalità per i differenti soggetti destinatari, nonché la possibilità di estendere gli obblighi a ulteriori strumenti di pagamento elettronici, comprese le tecnologie mobili.
Ad oggi, però, manca ancora il decreto attuativo e si vocifera di una proroga di sei mesi.
Una rivoluzione, che senza regolamento attuativo e in mancanza di proroghe, dal 01/01/2014 obbligherà gli esercenti ad accettare pagamenti con carta di debito (bancomat) per qualsiasi importo e per qualsiasi servizio, con le conseguenze immaginabili sulle vendite di prodotti o servizi di bassa entità, considerando le commissioni a carico dell’esercente, attualmente previste.
Ad oggi tutto tace, non ci sono notizie del decreto, tuttavia il passare del tempo non tranquillizza, anzi!
Il problema che il legislatore non ha valutato è proprio l’impatto per le attività economiche che operano nella vendita di prodotti e servizi con costi a basso margine per i quali la transazione con bancomat obbligatorio diventa un obolo non da poco. 
Forse non ci si rende conto di quali siano i costi del bancomat. Basta visionare qualche istituto bancario per capire quali siano i costi.
Sempre dal 1° gennaio 2014 entrerà in vigore l’obbligo da parte degli intermediari finanziari (banche, poste, istituti di pagamento, fiduciarie eccetera) di effettuare una verifica rafforzata ai propri clienti, che effettuano depositi, prelievi e operazioni di pagamento, per importi unitari superiori a 2.500 euro, a patto che tale limite sia superato utilizzando banconote di grosso taglio (200 euro e 500 euro).
 
Per ulteriori approfondimenti ci contatti ai numeri indicati o via email: studio@btstudio.eu
 

 

0 commenti a Utilizzo pos per artigiani e professionisti dal 1 gennaio:

Commenti RSS

Aggiungi un commento

Nome:
Indirizzo e-mail: (obbligatorio)
Sito web:
Commento:
Ingrandisci il tuo testo, trasformalo in grassetto, corsivo e applica tanti stili diversi con le tag HTML. Ti mostriamo come.
Post Comment
Assistente di creazione sito web fornito da Vistaprint